studio tarantelli, consulenza informatica, SEO e reti informatiche

Studio Tarantelli > Chi Siamo

Mirko Tarantelli - Ingegnere delle telecomunicazioni

Consulente - Progettista

Mirko Tarantelli - Ingegnere delle telecomunicazioni
Benvenuti nel mio sito web!
Parlare della mia vita non mi è mai piaciuto, perché sono una persona riservata e non mi ritengo "arrivato".
Anzi sono estremamente convinto che nel campo informatico-telecomunicazioni non si finisca mai di imparare e sono una persona a cui piace l'aggiornamento continuo e lo studio di strategie innovative per migliorare la qualità della vita con le nuove tecnologie.
Ho conseguito la laurea in ingegneria delle telecomunicazioni presso l'Università degli studi di Roma Tor Vergata, avendo discusso una tesi sperimentale sulle VPN (Virtual Private Network) e nel 2006 l'abilitazione in Ingegneria dell'informazione iunior. Dal 2008 sono iscritto all'albo degli ingegneri della provincia di L'Aquila. Negli anni ho conseguito molte certificazioni per la progettazione, direzione lavori, specializzazioni varie nel campo dell'informatica e telecomunicazioni.


Perchè scegliere Mirko Tarantelli come consulente e progettista?

In Italia ci sono molte persone che lavorano nell'informatica e telecomunicazioni, alcune preparate e molte improvvisate, visto che non esiste una normativa chiara su quali professionisti possono svolgere determinate attività, ma in questo periodo di crisi mettereste la Vostra Azienda in mano a persone che non sono specializzate in questo settore? Penso proprio di no!

Sicuramente l'esperienza ventennale nella consulenza informatica ed il continuo studio delle nuove tecnologie hanno sviluppato nella mia attività una "forma mentis" ed un "problem solving" che focalizza il lavoro con un approccio altamente professionale per la risoluzione di ogni problema.

Quale è la chiave di volta della mia attività di ingegnere?

L'ingegnere è per definizione una persona che "ingegna" ed in ogni attività impiego innanzitutto il mio "sapere", trovando soluzioni innovative, ma soprattutto concrete ad ogni problema, ottimizzando ogni servizio con l'ausilio degli ultimi ritrovati, solo così si possono raggiungere gli obiettivi prefissati.

Altro fattore importante è che sono un consulente esperto nel campo a 360 gradi nell'informatica e telecomunicazioni, focalizzo tutte le mie risorse sull'ottimizzazione e sul risultato finale, caratteristica sicuramente fondamentale per la riuscita di un progetto nel più breve tempo possibile.

Rapporti con i clienti?

Direi ottimo, come confermano le referenze, infatti inizialmente il cliente è messo subito a proprio agio perché le nozioni tecniche vengono illustrate in maniera chiara e semplificata, per far comprendere le strategie da seguire, sia nella progettazione, che nella consulenza.

Ogni cliente viene seguito passo passo, partendo dalla consulenza iniziale dove è pienamente a conoscenza di tutti gli step da seguire ed è partecipe in ogni fase, fino al termine dei lavori, ed oltre, visto che in dieci anni di attività professionale, moltissimi clienti continuano a contattarmi per consigli, suggerimenti e pareri tecnici su prodotti, servizi, ecc... ed il rapporto che si instaura è di reciproco rispetto ed altamente amichevole, oltre che professionale, diventando una persona di fiducia a cui rivolgersi per ogni problema legato alla tecnologia.

Cosa penso del futuro della comunicazione e della progettazione di soluzioni informatiche?

Ho vissuto l'informatica dalla fine degli anni '80 con l'avvento dei primi PC ed allora solo chi era pratico poteva realizzare qualcosa di concreto, infatti all'inizio c'era il DOS, un'interfaccia a comandi e non una GUI come Windows, Apple, ecc...

Se l'informatica fosse rimasta così, l'evoluzione non sarebbe stata come lo è attualmente, ma questo sviluppo ha portato benessere? Sicuramente si, ormai tutto è gestito dall'informatica, sia nel bene, che nel male.

Credo che la sicurezza informatica spesso venga inserita in fondo alle priorità e solo quando si è avuto un problema, viene affrontata; invece sarebbe opportuno che fosse uno dei principali requisiti da valutare e non alla fine! Uno dei miei motti è: "La sicurezza non è un prodotto, ma un processo. Non si può semplicemente aggiungerla dopo che qualcosa è successo!"

Oltre ad essere un perito informatico forense e pertanto non mi dilungo sui crimini commessi in questo campo, il mio obiettivo è quello di far comprendere che nell'era di internet, ognuno si sente esperto di questa tecnologia in continua evoluzione ed in un settore che "sembra" semplice e dove invece i meccanismi sono più complessi di quello che si crede.

Voglio concludere con una piccola riflessione: Vi fareste operare da una persona che non è medico? Oppure progettare una casa da una persona che non è un ingegnere o architetto? Io penso di No, allora a ciascuno la sua professione e professionalità!

Buona Navigazione!