studio tarantelli, consulenza informatica, SEO e reti informatiche

Studio Tarantelli > Articoli Informatica > Sicurezza > Acquisti sicuri su Ebay ed Amazon

Acquisti sicuri su Ebay ed Amazon

acquisti sicuri su Ebay ed Amazon

Gli italiani sempre più spesso decidono di acquistare online su piattaforme consolidate come Ebay e Amazon, cercando di accaparrarsi il prodotto ad un costo inferiore rispetto ai negozi tradizionali.

In questo articolo voglio riportare alcuni casi verificati personalmente durante la ricerca di un prodotto elettronico che desideravo acquistare, di cui conoscevo perfettamente le caratteristiche tecniche e tra i risultati ho notato alcune aziende che lo proponevano ad un prezzo di vendita considerevolmente più basso rispetto alla concorrenza, il che mi ha insospettito ed invogliato a fare delle ricerche supplementari per verificarne la veridicità.

Lo scopo di questo testo è quello di fornire una linea guida per tutti gli utenti del web, al fine di aiutare sia gli acquirenti a comperare consapevolmente evitando negozi fittizi che i venditori alla tutela del proprio negozio contro il furto di credenziali ed account su Ebay e Amazon.


Come scegliere il prodotto da acquistare

Il caso che analizziamo in questo articolo è quello di voler acquistare da un venditore professionale (non un privato) un prodotto nuovo con garanzia italiana.

Innanzitutto prima di acquistare un qualsiasi prodotto specie se tecnologico è importantissimo documentarsi sulle caratteristiche tecniche direttamente sul sito del produttore, così da verificare le varianti disponibili, le capacità di memoria, eventuali optional, etc.

Una volta scelto il prodotto è sempre preferibile eseguire la ricerca sulle piattaforme mediante il codice prodotto che identifica in maniera univoca l’articolo desiderato, così da limitare i risultati con le possibili varianti differenti che hanno costi e caratteristiche diverse.

La fase successiva è quella di applicare un filtro per prezzo, dal più basso al più alto e di seguito è sempre consigliato verificare il numero e qualità dei feedback del venditore, così da scegliere quello con l’indice di affidabilità più alto e che abbia venduto maggiormente.

In questo caso è sempre preferibile leggere attentamente i feedback ricevuti come venditore (e non come acquirente) che devono essere solo positivi e constatare che la tipologia di articoli venduti risulti correlata alla categoria dell’articolo da noi cercato, ad esempio un negozio online che vende abbigliamento potrebbe non essere affidabile (e vero) se vende anche smartphone.

Un account quando viene violato è facile da manipolare e quindi creare in breve tempo (qualche ora) acquisti fittizi di prodotti simili a quello in vendita.

La scelta deve ricadere sempre su venditori che hanno un punteggio del 100% o prossimo a questo.

Per avere maggiore sicurezza è utile anche una ricerca su internet dei principali siti di trust come Trustpilot, Pagomeno, etc, per vedere l’affidabilità al di fuori delle piattaforme di acquisto Ebay o Amazon.

Questo vale anche e soprattutto per i negozi online che non utilizzano piattaforme come quelle sopra menzionate.


Come scegliere il venditore

La fase di verifica del venditore è quella più complicata e non deve basarsi solo sul prezzo più basso dell’articolo, ma su fattori che potrebbero essere manipolati sul web e di seguito vi indico come agire.

Nella descrizione di vendita è importante che siano inserite le caratteristiche dettagliate del prodotto che devono coincidere con quello che si vuole acquistare, poi è importante che siano presenti i dati di contatto del venditore, le spese ed il metodo di spedizione, la politica sulla restituzione, sul recesso e sulla durata della garanzia.

Trascurando il primo dettaglio sulle caratteristiche del prodotto che è il primo step già indicato per la valutazione iniziale, in questo articolo ci focalizzeremo sui dati di contatto.

In particolare è sempre preferibile scegliere un venditore che abbia inserito il nome (vero) del proprio negozio, con l’indirizzo, telefono, email, etc.


La verifica dei dati del venditore

Con tutti i dati presenti nel sito è possibile dapprima contattarlo telefonicamente per verificare che sia effettivamente lui a vendere quel prodotto.

Proprio così è capitato spesso che ci siano persone che abbiano violato gli account dei venditori ed hanno inserito in vendita dei finti prodotti ad un prezzo molto allettante, così da incassare i proventi di queste vendite ed ovviamente non spedire nulla all’acquirente.

Un altro utilissimo consiglio è quello di verificare se il venditore ha anche un sito web e constatare visivamente su Google Map la sede di vendita, visto che può capitare come in uno dei casi che ho smascherato, dove i malfattori avevano cambiato la sede del vero negozio inserendo una località praticamente composta da case popolari dove sicuramente non c’erano negozi.

Un'altra truffa che ho trovato è quella dove è stato modificato solo il nome del negozio online associato all’account, così da non far ricollegare quello ufficiale. In questo caso può tornare utile sempre Google Map dove inserendo l’indirizzo presente, si verifica che il venditore sia realmente quello.

Infatti la ricerca su Google permette di trovare sicuramente un negozio che vende in maniera trasparente sul web, che corrisponderà alla categoria merceologica in questione e quindi reperirne i contatti.


Le modalità di pagamento e ritiro della merce

Diffidate da chi impone solo pagamenti con bonifico bancario o ritiro a mano, perché potrebbe eludere sia le garanzie offerte dalle piattaforme come Ebay ed Amazon che dai pagamenti elettronici come PayPal e carte di credito.

Prima di acquistare è sempre bene chiedere tutte le info tecniche, logistiche, spedizione, etc e verificare quanto più possibile che si stia comprendo il prodotto desiderato.

Valutate sempre bene il tipo di spedizione scegliendo quella con corriere espresso, visto che è spesso tracciabile e se l’articolo è di particolare valore economico è importante inserire la forma assicurata che ne copra il costo e che non sia quello corrispondente ad un euro per ogni chilogrammo di peso della merce, proposto normalmente dai venditori.

In passato ci siamo anche occupati su come evitare le truffe online e vi invito a consultare tale articolo per conoscere come proteggere i propri account e come agire sul web.

Su internet ci sono tantissimi venditori onesti e professionali che con questa nuova modalità di commercio elettronico hanno sviluppato dei veri business seri e rispettano le normative vigenti, ma avere una particolare attenzione nella ricerca di un prodotto da acquistare a prezzo più basso può nascondere delle insidie che con alcune accortezze è possibile ridurre al minimo.


Cosa fare se si viene truffati

La prima cosa è contattare l’apposito servizio di Ebay o Amazon.

Il secondo passo è procedere alla richiesta di rimborso a PayPal o all’istituto bancario per la carta di credito.

Per i venditori qualora fossero state rubate le credenziali, occorre immediatamente modificarle insieme a quelle bancarie e dei conti online, avvisare le piattaforme di vendita così da iniziare le proprie indagini.

Successivamente occorre verificare i prodotti in vendita ed eliminare quelli non propri, così da non permetterne l’acquisto.

Qualora dovessero insorgere delle problematiche tecniche-legali è necessario rivolgersi ad un professionista come lo Studio Tarantelli per una perizia informatica.


Se pensi che questo articolo sia utile ai tuoi amici, condividilo sui social network.

condividi su facebookcondividi su linkedincondividi su Google+condividi su twitter


06-07-2018

Autore: - consulente informatico e SEO