studio tarantelli, consulenza informatica, SEO e reti informatiche

Studio Tarantelli > Articoli Informatica > Professione > Analisi e perizia forense su smartphone

Analisi e perizia forense su smartphone

analisi e perizia forense su smartphone

L’espansione dei dispositivi mobili, quali i cellulari e smartphone non ha solamente rivoluzionato le nostre vite, ma ha modificato in maniera sostanziale i reati commessi in campo informatico e quindi le attività di indagine, analisi e perizie forensi.

Lo Studio Tarantelli esegue perizie informatiche su tutti i dispositivi informatici, comrpresi gli smartphone di ogni brand.

Molti clienti che ci contattano chiedono subito di eseguire una perizia completa, perché presuppongono che ad esempio il proprio dispositivo sia spiato, senza sapere che spesso ci sono alcuni reati che possono essere scoperti senza che venga eseguita questa attività molto approfondita ed onerosa.


Le indagini eseguite su uno smartphone

Prima di fare una perizia su di un dispositivo mobile ci rivolgiamo al cliente chiedendogli di eseguire una consulenza iniziale per comprendere l’uso e le attività svolte con lo smartphone, che si sa oggi è uno strumento indispensabile di tutti e dove memorizziamo non solo i nostri dati privati, ma anche contatti, documenti, foto, video, etc.

Lo Studio Tarantelli pertanto esegue questa apposita consulenza informatica iniziale per comprendere tutte le abitudini ed attività svolte dal richiedente e verifica tutti i parametri di sicurezza, accessibilità, geolocalizzazione che l’account associato al dispositivo ha memorizzato per verificare che non ci siano effettivamente dei reati come accessi indesiderati, controlli da parte di altre persone e quant’altro.

In questa attività di verifica iniziale vengono controllati gli applicativi, mail ed altro necessario per completare il quadro indiziario di base per l’analisi e dopo un colloquio con il cliente si hanno tutti gli elementi per decidere congiuntamente se eseguire o meno la perizia forense completa.

Come sopra evidenziato, non è sempre necessario eseguire una perizia forense, che di seguito verrà indicato il modus operandi, ma spesso è sufficiente una analisi di molti fattori che frequentemente vengono sottovalutati e che comunque devono essere fatti a posteriori rispetto alla acquisizione del dispositivo.

In molti casi l’attività termina qui e se ci sono dei risultati evidenti, viene redatta una apposita relazione che illustra quanto eseguito.

Qualora invece si trovassero degli elementi utili che richiedano un approfondimento formale è allora necessario eseguire tutte le fasi previste per l’acquisizione ed analisi forense dello smartphone di seguito indicata.


Quali sono le attività di perizia sul dispositivo mobile

Nei casi in cui è necessario eseguire l’attività forense sullo smartphone è necessario che si disponga di una apposita strumentazione aggiornata per l’acquisizione logica o fisica del dispositivo e di conoscenze tecniche per l’analisi, che solo un professionista del settore informatico legale può avere al fine di repertare tutte le attività e renderle disponibili in giudizio o alle forze dell’ordine.

L’aggiornamento dei software e delle apparecchiature è fondamentale perché seguono di pari passo la tecnologia e quindi è importantissimo rivolgersi a professionisti seri per questa attività.

Le fasi lavorative sono le seguenti:

  1. Identificazione del dispositivo e scelta del miglior software da utilizzare per il caso, che lo Studio Tarantelli esegue già nella consulenza iniziale.
  2. Acquisizione logica o fisica mediante un apposito software forense che memorizza i dati su di un supporto di memoria esterno come un hard disk.
  3. Verifica della presenza di software malevolo o spia.
  4. Analisi dei dati ed attività di indagine per il ritrovamento di quanto richiesto dal cliente e di ulteriori dati utili alle indagini.
  5. Relazione completa di tutte le fasi con i quesiti disposti dal cliente o da legale per la consegna in tribunale o alle forze dell’ordine.
  6. L'ultima fase e spesso richiesta è il supporto in sede processuale come consulente tecnico di parte.

L’importanza dell’abilità del professionista e del software

In un contesto in continua evoluzione nel tempo come per i dispositivi mobili è fondamentale rivolgersi a professionisti accreditati per tutte le attività di indagine forense, perché un errore potrebbe compromettere non solo le possibili prove rilevate, ma l’impossibilità di ripetere l’operazione.

Un’altra discriminante è sicuramente la scelta del software per l’acquisizione, dove si potrebbero avere risultati diversi e quindi trovare o meno le prove indiziarie di un reato.

Lo Studio Tarantelli per questo motivo si avvale di un laboratorio tecnico che dispone di tutti i software in commercio per l’analisi forense degli smartphone, al fine di poter scegliere ed utilizzare quello più adatto per ogni situazione e che rappresenta la migliore soluzione per quel tipo di dispositivo, così da trovare tutto quanto risulti necessario per le indagini.

Questi due fattori fanno la differenza in una analisi dei dispositivi mobili, dove al contrario degli hard disk necessitano di una particolare attenzione nelle dotazioni tecniche e professionali informatiche.


Se hai uno smartphone che pensi sia stato violato, richiedi subito maggiori informazioni o un preventivo per una perizia, compilando il nostro modulo e sarai ricontattato quanto prima.


condividi su facebookcondividi su linkedincondividi su Google+condividi su twitter


15-12-2017

Autore: - consulente informatico e SEO