studio tarantelli, consulenza informatica, SEO e reti informatiche

Studio Tarantelli > Articoli Informatica > Reti informatiche ed impianti > fibra ottica e smart city

La fibra ottica e la connessione "veloce" per una città moderna

l'importanza della fibra ottica nelle smart cityNel 2014 si parla di smart city e città tecnologiche, ma in Italia purtroppo ancora molte zone non hanno la copertura completa per la banda larga o ADSL.

la tecnologia è già avanti e di tanto, ma molti ancora non conoscono ed utilizzano la fibra ottica!

Lo scrivente, già nel 2002 ha sostenuto nel percorso di studi di ingegneria un esame denominato Optoelettronica, dove ha studiato una nuova tecnologia in espansione di interconnessione: la fibra ottica, ma la sua scoperta risale alla fine degli anni cinquanta ed il suo utilizzo nelle telecomunicazioni alla fine degli anni ottanta, dove è stato “posato” il primo cavo telefonico transatlantico.

Con questa tecnologia, si sono ottimizzate le comunicazioni, rendendole sempre migliori, abbassandone i costi e soprattutto i fastidiosi ritardi delle comunicazioni satellitari.

E perché fino ad oggi questa tecnologia è poco diffusa?

Il primo motivo è sicuramente l’elevato costo, infatti l’acquisto della fibra e la sua installazione, richiede investimenti più alti e con il passare del tempo quasi tutte le centrali telefoniche sono state interconnesse con questa tipologia di cavo.

Ci sono altri motivi di scarsa diffusione, tra cui le scelte aziendali e politiche dei vari brand delle telecomunicazioni.

La fibra ottica è spesso impiegata nel collegamento delle dorsali di cablaggi strutturati di enti pubblici e di grandi infrastrutture come campus o centri di ricerca, ma oggi si può affermare che con la considerevole riduzione del costo e con una tecnologia che “galoppa” a ritmi sostenuti è possibile installarla anche nei centri abitati, magari nelle nuove costruzioni e nei nuovi quartieri in espansione.

Con la fibra ottica si potrebbero utilizzare tantissime applicazioni ad oggi impossibili e dovute al collo di bottiglia che ha la linea ADSL e man mano integrarne l’utilizzo aumentando la copertura in ogni città.

Certamente non è una cosa immediata la copertura globale, visto che ad oggi solo poche decine di città possono essere interconnesse con la fibra ottica, ma iniziare a farlo man mano con l’espansione edilizia e soprattutto incentivando le nuove tecnologie è sicuramente importante per aumentare la competitività delle imprese ed innovare una infrastruttura spesso obsoleta.


Cosa è una fibra ottica

La fibra ottica è un sistema a simmetria cilindrica composta da un nucleo interno chiamato “core” ed un mantello chiamato “cladding”, dove un raggio si propaga all’interno secondo delle regole di ottica quantistica.

Esistono due tipologie di fibre ottiche, monomodali per la propagazione di un solo modo e multimodali per più modi, ognuna di esse viene scelta in base al tipo di utilizzo e della distanza, così come mostrato nella figura seguente.

struttura della fibra ottica e propagazione della luce

Il vantaggio quindi non è solamente dell’interconnessione di distanze considerevoli, ma soprattutto la velocità di trasferimento dei dati.

Ovviamente anche le fibre hanno delle attenzioni particolari da porre in essere, sia per l’installazione dove richiede moltissima cura, che per la notevole fragilità e per problemi derivanti le giunzioni, attenuazione, dispersione, ecc… come tutti i mezzi trasmissivi, ma sicuramente garantisce prestazioni ineguagliabili nei confronti delle altre tecnologie di interconnessione e soprattutto con l’etere, visto che con la fibra si raggiungono senza particolari problemi trasferimenti di decine di GigaByte al secondo e fino a qualche TeraByte al secondo, valori che rappresentano una enormità rispetto alle attuali linee ADSL o alle reti eseguite solamente con cavi in rame.

Ovviamente in questo articolo non si vuole impostare un discorso prettamente tecnico, ma solamente illustrare con utili spunti di approfondimento l’importanza dell’utilizzo di una tecnologia importantissima per le nostre città e per argomenti tecnici, si rimanda il lettore a futuri articoli.


Alcune differenze tra la fibra ottica ed il cavo in rame

Oltre alla conformazione del cavo, ai connettori, al materiale utilizzato ed alle diverse prestazioni sulla velocità di trasmissione già citata, la fibra ottica viene utilizzata nelle dorsali di collegamento e soprattutto per interconnettere grandi distanze, cosa impensabile per un cablaggio con cavi di rame.

Infatti la fibra permette il collegamento anche di molti chilometri, mentre un cavo in rame può arrivare (direttamente) a massimo 90 metri.

L’utilizzo di entrambe le tecnologie, garantisce prestazioni elevate in un cablaggio strutturato che massimizza la velocità di trasmissione.


Come utilizzare la fibra ottica nelle smart city

Se ogni nuova costruzione fosse dotata di un cablaggio strutturato dove ogni abitazione disponesse dell’arrivo diretto di un cavo in fibra ottica direttamente da un centro stella immaginato nell’edificio ed una interconnessione mediante cavi in rame all’interno dell’abitazione per PC, stampanti, TV, videosorveglianza, domotica, ecc… si potrebbero fruire di servizi oggi impensabili e soprattutto a velocità mai provate.

Così facendo ogni abitazione disporrebbe di una struttura cablata completa e tecnologica e pronta per l’integrazione di ogni servizio disponibile oggi e per il futuro.

Questo, vuole essere un monito per le ditte costruttrici ed i colleghi ingegneri ed architetti, affinchè possano realizzare città evolute partendo dai nuovi quartieri.


Costi della fibra ottica

Fino ad oggi non si è mai pensato di impostare anche per le civili abitazioni impianti di cablaggio strutturato e soprattutto cablati con dorsali in fibra ottica per l’elevato costo già indicato, ma negli ultimi anni i prezzi di tale tecnologia si sono notevolmente abbattuti, vista la repentina evoluzione di servizi innovativi ed ormai disponibili per tutti, come la domotica.

Portare la fibra ottica al posto del classico doppino in rame è un vantaggio per tutta la comunità ed un surplus che molti utenti apprezzano e desiderano in abitazioni innovative.

Pertanto iniziando dal progetto è possibile introdurre questa tecnologia e soprattutto inserirla in ogni abitazione, visto che anche gli operatori del settore hanno ridotto drasticamente i costi di allaccio e soprattutto di canone di utilizzo.

Da oggi fonia, dati, domotica, risparmio energetico, sono tutti servizi indispensabili e richiesti, perché non offrirli ai clienti?

E’ vero che il mercato immobiliare è in crisi, ma disporre di questi servizi innovativi è un vantaggio rispetto alla concorrenza ed una pubblicità gratis per i clienti che sono sempre alla ricerca della connessione ovunque.

Lo Studio Tarantelli esegue in tutta Italia progettazioni di reti informatiche con fibra ottica da moltissimi anni sia nel settore privato, ma anche nella PA, dove è necessario impostare impianti di nuova concezione con gli ultimi ritrovati tecnologici e soprattutto massimizzando le prestazioni e riducendo i costi ed i consumi.


condividi su facebookcondividi su linkedincondividi su Google+condividi su twitter


22-02-2014

Autore: - consulente informatico e SEO