studio tarantelli, consulenza informatica, SEO e reti informatiche

Studio Tarantelli > Articoli Informatica > Siti web > Come scegliere un tema Wordpress

Come scegliere un tema Wordpress

Come scegliere un tema Wordpress

Wordpress rappresenta la piattaforma CMS (Content Management System) più utilizzata per la creazione di siti web, blog e da qualche anno anche per gli e-commerce grazie all’ausilio di plugin come WooCommerce. La scelta di un tema grafico è fondamentale per il tuo business o presenza online e per questo deve essere conforme alle singole esigenze, semplice da utilizzare, pensato ad eventuali sviluppi futuri, veloce nel caricamento, etc..

In questo articolo scoprirai alcuni suggerimenti utili per scegliere il tuo nuovo tema Wordpress insieme al tuo consulente informatico o webmaster di fiducia. Così facendo avrai sicuramente le idee più chiare su alcuni aspetti legati non solo alla grafica ma alla qualità di un template che la web agency o il tuo web manager dovrà tenere conto per un ottimo risultato.

Se il tuo webmaster non ha eseguito queste valutazioni, potresti scoprire alcuni gap che il tuo sito ha a livello strutturale e con i test di seguito proposti puoi verificarlo personalmente.


Dove scegliere un tema

La comunità di Wordpress è fatta da moltissimi professionisti che realizzano temi grafici, alcuni di questi sono gratuiti e molti altri a pagamento. Il consiglio è di prenderne uno a pagamento che ti permetterà di avere futuri aggiornamenti, utili per risolvere anche ad alcuni problemi di compatibilità, di bug, etc.. Non preoccuparti per il costo perché la maggior parte ha costi inferiori a 60 dollari, ovvero circa 50 euro.

Scegliere un tema è come trovare casa: più se ne vedono e meglio è! Sul web ci sono molte risorse dove poter scegliere un template, selezionabile tra i tanti con alcuni filtri per trovare quello più adatto alle tue esigenze.

Se ad esempio sei un avvocato, ne troverai tantissimi sul tema legale, oppure se sei un artigiano ce ne sono molti altri già pensati per idraulici, elettricisti, etc. che possono essere personalizzati. Ovviamente ci sono temi trasversali ed utili a diverse tipologie di attività che puoi utilizzare anche in altri settori.

Uno dei siti web più famosi dove poter trovare spunto è ThemeForest della Envato Ltd, un punto di riferimento per qualità e numerosità, visto che ci sono milioni di temi Wordpress e di altri CMS. Su ThemeForest troverai molti dettagli utili inerenti alle vendite, recensioni, richieste di supporto, applicazioni incluse, demo dove poter vedere le anteprime, etc. Un altro sito è Elegant Themes, ma ce ne sono anche altri!

Di seguito ti darò alcuni preziosi suggerimenti su cosa valutare oltre all’aspetto grafico.


La prima valutazione del tema

Il primo step è selezionare tre o quattro temi Wordpress da comparare successivamente ed il primo obiettivo è quello di focalizzarsi inizialmente sull’aspetto estetico, filtrandoli in base al settore di appartenenza ed alle applicazioni richieste.

In questa selezione, la prima valutazione da fare è una visualizzazione attenta dalla scheda tecnica, per verificare se sono compatibili alla vendita online qualora dovessi realizzare un e-commerce.

Successivamente è utile controllare il numero di volte che quel tema è stato acquistato, visto che un template poco venduto potrebbe non essere stato apprezzato per qualche caratteristica. In questo caso è probabile che non venga più aggiornato, con tutti i problemi che potrebbero scaturire nel breve-medio termine. Quindi lo scarterei.

Un altro step è la valutazione delle recensioni dei clienti che lo hanno acquistato e capire quelli che sono i suoi punti forti e quindi compararli con gli obiettivi che hai. Dedica qualche minuto a questo aspetto perché potresti scoprire dei particolari utili che ti porterebbero ad acquistare o meno questo tema.


Alcune caratteristiche da valutare

Verificare se l’ultimo aggiornamento eseguito è recente rispetto alla data di creazione del tema è molto importante. Questo ti indica se il proprietario si dedica ad aggiornarlo sia per risolvere le problematiche che per mantenere "fresco" il tema.

La compatibilità con le versioni di Wordpress è figlia anch’essa dell’aggiornamento, ovvero se un tema non viene aggiornato è facile che in futuro non sia più compatibile e quindi lo scarterei a priori.

Oggi un tema deve essere obbligatoriamente Responsive, ovvero visibile correttamente sui dispositivi mobili, come già indicato in altri articoli di questo sito web. Allo stesso modo è necessario controllare la risoluzione sui dispositivi desktop, visto che oggi abbiamo a disposizione monitor di grandi dimensioni ed avere un sito web che si veda in alta qualità su uno schermo da 27 pollici è un vantaggio considerevole.

Il vantaggio prevalente di Wordpress è stato da sempre quello di offrire a tutti l’opportunità di realizzare un sito web senza avere delle conoscenze informatiche avanzate e quindi è necessario verificare quale tipologia di Page Builder è presente. La valutazione del tipo di generatore delle pagine che con pochi click ti permette di personalizzare la tua grafica e compilare testi, inserire foto, video, etc.. Tra questi c’è WP Page Builder, Elementor e tanti altri, ma non tutti sono immediati da utilizzare, specialmente per chi non è un professionista del web.

La verifica dei diversi Page Builder può esserti utile per agevolare la creazione di un sito web perché ognuno di loro ha delle peculiarità ed alcuni temi come ad esempio Avada, che rappresenta il tema più venduto di Wordpress dispone di un proprio compilatore, molto utile e sempre aggiornato.

Un altro aspetto da valutare è la presenza di molteplici Demo inclusi nell’acquisto. Spesso avere dei template grafici già realizzati con differenti soluzioni di scelta per l’intestazione, il menu, il corpo, etc. è utile per personalizzare con poca fatica le proprie pagine e cucirsi addosso un sito web.


La velocità di caricamento di un tema Wordpress

Molte persone quando scelgono un tema si basano esclusivamente sull’aspetto grafico e tralasciano l’importanza di verificare la velocità di caricamento. Questo aspetto è fondamentale per ogni sito web ed a maggior ragione per Wordpress, che aggiunge del codice ridondante e con i plugin ne rallenta il caricamento.

Questo difetto è dovuto prevalentemente per offrire la massima compatibilità tra plugin e temi, ma come vedrai di seguito può essere analizzato semplicemente con due verifiche.

La prima verifica da fare è quella di analizzare la demo del tema che hai scelto su PageSpeed, lo strumento di Google che valuta la velocità di caricamento di un sito web. Più è alto il punteggio sia nella versione mobile che desktop meglio è.

La seconda verifica si può eseguire su GTmetrix, una utilissima piattaforma che verifica le performance di un sito web sia nel caricamento ma anche in tanti altri aspetti. Anche qui maggiore è il punteggio, migliore è il tema.

Avere su PageSpeed un punteggio minimo dell’80% e su GTmetrix un Grado B e Performance superiore all’80% sono dei "buoni risultati" per un tema Wordpress.

In questi due test sopra citati purtroppo non si può valutare l’hosting del demo che influisce nel punteggio totale e del quale non si sa quali siano le caratteristiche tecniche. Tuttavia un occhio esperto di un professionista può valutare nei risultati quanto incide questa problematica e quali sono i reali problemi di velocità che affliggono un tema.

Certamente con un punteggio alto si ha un tema migliore e più veloce nel caricamento, fattori apprezzati dai visitatori che potranno visitare il tuo sito web perché si aprirà prima e risulterà più fruibile.

Purtroppo è noto che Wordpress non può essere paragonato ad un sito web realizzato "a mano" con codice sorgente scritto dal professionista che può avere risultati di PageSpeed e GTmetrix del 100% o molto vicini, ma la scelta di un tema che abbia valori alti può darti un valore aggiunto, considerando che i motori di ricerca come Google e Bing hanno fornito un valore di ranking migliore a questi siti, che si traduce in un migliore posizionamento.

Ovviamente non basta questo per avere un posizionamento migliore, perché con contenuti e foto pessime anche con una velocità del 100% non avrai alcun vantaggio perché un utente sceglierà sicuramente un altro tuo concorrente.


Come può aiutarti lo Studio Tarantelli

I suggerimenti indicati precedentemente sono solo alcuni di quelli che eseguiamo ogni volta che un cliente ci chiede di progettare e realizzare un nuovo sito web o di modificarne la grafica.

Inoltre è sicuramente possibile migliorare i punteggi di PageSpeed e GTmetrix, ma il messaggio che vorremmo far passare è quello di iniziare con una buona base rappresentata dal tema iniziale e poi lavorare per incrementare ulteriormente tutti gli aspetti SEO.

Il nostro studio realizza siti web sia con Wordpress ma anche con il codice sorgente, che permette come sopra evidenziato una velocità maggiore e non ha problemi di ridondanza di codice, aggiornamenti di plugin, etc.

Ma in determinati casi è indubbio il vantaggio di utilizzare Wordpress, infatti molti clienti dopo la pubblicazione del sito gestiscono personalmente il proprio blog ed il nostro aiuto è utile per risolvere problematiche in corso d’opera.

Ovviamente puoi dare al nostro studio tutta la gestione e così avrai la massima qualità visto che verrà svolto da un professionista.

Se desideri un sito web realizzato con un tema Wordpress ma che abbia qualità in contenuti e grafica o se hai notato problematiche che vorresti risolvere, contattaci per uno studio di fattibilità e potrai scegliere su alcune soluzioni personalizzate focalizzate ai tuoi obiettivi.


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo!


condividi su facebookcondividi su linkedincondividi su twitter


15-02-2021

Autore: Mirko Tarantelli - consulente informatico e SEO - Data Scientist

© Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti qui pubblicati.