studio tarantelli, consulenza informatica, SEO e reti informatiche

Studio Tarantelli > Articoli Informatica > Siti web > soluzione contenuti copiati

Soluzione sui contenuti copiati su internet

tutelarsi dal contenuto copiato su internetIl webmaster è una professione molto in voga negli ultimi anni, così come il SEO che rappresenta il professionista che esegue l’ottimizzazione del sito web per i motori di ricerca.

Ma quanti di questi professionisti conoscono le regole ed istruzioni per i webmaster di Google?

Quanti di essi rispettano queste regole?

Con l’implementazione dei nuovi algoritmi da parte dei motori di ricerca ed in particolar modo di Google, il posizionamento dei siti web sui motori di ricerca è sempre più complesso per chi non rispetta le suddette regole, visto che è fondamentale rispettare tali requisiti imposti per l’ottimizzazione di un sito e per il suo corretto posizionamento.

Molti webmaster e SEO che non seguono le regole di ottimizzazione di Google, spesso copiano e duplicano articoli, testi ed addirittura codici sorgenti di siti web senza sapere che oltre a commettere un reato penale, arrecano soprattutto un danno considerevole ai legittimi autori dei testi e dei contenuti.

Per i non addetti ai lavori, non è così immediato comprendere quali siano i danni arrecati ai legittimi proprietari dei contenuti di un sito web.

Praticamente un testo duplicato oltre a non essere immediatamente visibile nei motori di ricerca, non produce visite nei rispettivi siti web, non si converte in contatti, lavoro, informazioni, ecc... tutto a vantaggio di chi ha copiato e non di chi ha creato il testo.

Quindi il danno è notevole oltre il reato in se stesso!


Come scoprire se un testo è stato copiato?

Innanzitutto il primo “sintomo” di duplicazione è quello del calo del posizionamento dell’articolo o della pagina del sito web in questione.

Pertanto il primo controllo per verificare se qualcuno ha copiato del contenuto è quello di selezionare una porzione del testo del nostro sito web ed inserirlo su Google; se il primo sito web che esce dai risultati non è il nostro, sicuramente il testo è stato copiato.

Come rimediare dopo che si è scoperto un contenuto duplicato?

Per prassi si preferisce avvisare bonariamente il proprietario del sito web che ha duplicato il testo, intimandogli di eliminare immediatamente il contenuto copiato.

Ovviamente anche se il webmaster elimina il contenuto, occorre che il motore di ricerca scansioni nuovamente la pagina, affinchè ne rimuova il contenuto dai risultati di ricerca ed il tempo per tale operazione può essere anche di un mese, visto che la scansione è eseguita in maniera soggettiva su ciascun sito web e dipende principalmente dalla frequenza degli aggiornamenti.

Qualora il webmaster si rifiutasse di eliminarne il contenuto duplicato, ci si può rivolgere tranquillamente ad un consulente informatico per una perizia forense e sporgere querela con l'ausilio di un legale esperto in materia e segnalare il duplicato al motore di ricerca.

Purtroppo non tutti i motori di ricerca hanno un sistema per le richieste di questo tipo.


Come comunicare a Google il contenuto copiato e rivendicare i diritti di proprietà del testo?

Per comunicare la violazione dei contenuti duplicati e di mancato rispetto del copyright a Google mediante il servizio apposito Digital Millennium Copyright Act, notificando la violazione.

Le richieste di questo tipo saranno moltissime e sicuramente il responso non sarà immediato, ma lo strumento è importantissimo per aumentare la qualità del web e premiare chi fa un lavoro onesto e soprattutto con passione.


condividi su facebookcondividi su linkedincondividi su Google+condividi su twitter


14-12-2015

Autore: - consulente informatico e SEO